Pubblicità
Diffondi Informazione!

Il noto giornalista Gianni Visnadi analizza la sfida che ci sarà stasera al Maradona tra il Napoli di Mazzarri e l’Inter di Inzaghi

Attraverso il proprio editoriale sulle colonne del Giornale, Gianni Visnadi ha fatto un’analisi ed una riflessione sulla sfida di stasera tra Napoli ed Inter.

Pubblicità
Pubblicità

LE PAROLE – «Stavolta è più difficile, ma anche più importante. È la quarta occasione in cui l’Inter gioca per tornare in testa alla classifica. Finora c’è sempre riuscita, vincendo. È più difficile perché il Napoli è più forte di Salernitana, Roma e Frosinone, nelle scorse settimane sconfitti dai nerazzurri per ristabilire le distanze rispetto a chi stava davanti semplicemente perché aveva giocato prima (una volta il Milan, due la Juventus). È più importante perché vincere in casa dei campioni in carica avrebbe non proprio il senso della successione, ma quasi. Più difficile e più importante, perché il Napoli già euforico di Mazzarri sembra molto più vicino a quello splendido di Spalletti di quanto non sia stato per 3 mesi quello triste di Garcia e perché Inzaghi deve dare una risposta netta ancorché indiretta a Max Allegri, con cui domenica scorsa ha scelto di non scontrarsi veramente.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Stavolta l’Inter non può nascondersi, deve provarci per ristabilire le gerarchie e continuare a tenere le critiche a distanza. Di Lisbona e del primo tempo da incubo non resta nulla, solo la fatica risparmiata ai titolari, che stasera torneranno ovviamente al loro posto. Mancano sempre Pavard e Bastoni, ma tutti gli altri sono abili e quindi arruolati, con Darmian che torna in difesa e Dumfries sulla fascia. In attacco c’è la ThuLa, l’arma in più. Per Lautaro anche la sfida nella sfida col rientrante Osimhen, lui e l’altro sono i bomber dell’anno, l’ultimo capocannoniere e quello del campionato in corso. La partita può decidersi anche semplicemente fra loro due, ma Napoli-Inter è molte altre cose, resta che Inzaghi ha l’attacco e la difesa finora migliori del campionato, almeno così dicono i numeri. L’ultima volta, allo stadio Maradona, ha vinto il Napoli, già campione mentre l’Inter pensava a Istanbul. Netto, senza discussioni. La penultima, a San Siro, alla ripresa dopo il Mondiale, vinse invece l’Inter, con grande partita preparata da Inzaghi e giocata sugli errori altri, pallone agli avversari e ripartenze travolgenti, un po’ come il gol di domenica alla Juventus. Mazzarri è avvisato».

Pubblicità

L’articolo Visnadi analizza: «L’Inter non può nascondersi, contro il Napoli…» proviene da Inter News 24.

19:45
3 Dic 2023

Loading

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Verified by MonsterInsights