191 Visualizzazione Totali,  5 Visualizzazioni di Oggi

l’uso di cannabis è associato a un rischio ridotto di utilizzo di fentanil

I ricercatori del British Columbia Center on Substance Use e dell’Università della British Columbia a Vancouver, Canada, hanno studiato l’effetto del consumo di cannabis sull’esposizione al fentanil prodotto illegalmente, il principale motore della crisi di overdose da oppioidi. I dati sono stati tratti da due potenziali coorti reclutate dalla comunità di persone che fanno uso di droghe a Vancouver.

Tra gli 819 partecipanti al trattamento con agonisti degli oppioidi (OAT) che hanno contribuito alle osservazioni del 1989 durante il periodo di studio, l’esposizione al fentanil era comune. All’intervista di base, il fentanil è stato rilevato nella maggior parte dei partecipanti (53%), con una prevalenza inferiore tra gli individui con test antidroga urinari positivi per tetraidrocannabinolo (47 contro 56%). In tutte le interviste di studio, l’uso di cannabis è stato indipendentemente associato a una ridotta probabilità di essere recentemente esposto al fentanil. Gli autori hanno concluso che i loro risultati “rafforzano la necessità di studi sperimentali per indagare i potenziali benefici e rischi della somministrazione controllata di cannabinoidi per le persone in OAT”.

LINK STUDIO:

Socías ME, Choi J, Lake S, Wood E, Valleriani J, Hayashi K, Kerr T, Milloy MJ. Il consumo di cannabis è associato a un rischio ridotto di esposizione al fentanil tra le persone in terapia con agonisti oppioidi durante una crisi di overdose a livello di comunità. Dipendenza dall’alcol da droghe 2020: 108420.

Ti piace il nostro lavoro informativo? Aiutaci a diffondere il messaggio!