Il ministro della salute ucraino Ulana Suprun, giovedì, ha manifestato l’interesse per la legalizzazione in Ucraina della cannabis medica, mossa già presa da alcuni governi in tutto il mondo e ampiamente sostenuta da medici e pazienti.

La dichiarazione, consegnata tramite un post su Facebook , è arrivata il giorno dopo che una petizione è stata presentata alla Verkhovna Rada, chiedendo ai legislatori di modificare la legge per consentire l’uso della cannabis a fini medici e scientifici.

“La cannabis medica aiuta ad alleviare la sofferenza dei pazienti e normalizza la loro condizione in una serie di gravi malattie e condizioni. Pertanto, usarla in ambito sanitario, ovviamente, con certe riserve, è una normale pratica internazionale”, ha scritto Suprun.

“La cannabis medica ha molti effetti terapeutici e palliativi provati, ed è permessa, ad esempio, in 25 Stati americani, in Australia e in Canada, mentre il suo uso è stato a lungo regolamentato in molti paesi europei: in Israele, Romania, Macedonia e Porto Rico, la cannabis è vietata, essendo consentita in caso di malattie incurabili “, ha riferito il funzionario. “Per quanto riguarda l’Ucraina, l’uso della cannabis medica per scopi medici e scientifici è completamente vietato, anche se l’uso di tali farmaci ha aiutato quasi due milioni di persone che soffrono di dolori cronici e altri disturbi”, ha sottolineato Suprun.

FONTE: https://www.unian.info/society/10429632-ukraine-s-top-health-ministry-official-advocates-legalization-of-medical-cannabis.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti piace il nostro lavoro informativo? Aiutaci a diffondere il messaggio!