Studio: Uso di Cannabis associato a neuroprotezione nei pazienti con HIV

Una storia di consumo di cannabis tra le persone che vivono con l’HIV è associata ad una minore probabilità di declino neurocognitivo, secondo i dati pubblicati nel Journal of Acquired Deficiency Deficiency Syndrome .

I ricercatori dell’Università della California, San Diego, hanno valutato l’associazione tra uso di cannabis, compromissione neurocognitiva e prestazioni verbali e di apprendimento in pazienti con HIV e coloro che non la usano.

I ricercatori hanno riferito che i pazienti affetti da HIV che hanno usato la cannabis avevano significativamente meno probabilità di sperimentare una compromissione neurocognitiva rispetto a quei pazienti che non avevano una storia di esposizione alla cannabis.

Hanno concluso: “I nostri risultati presentano prove che l’esposizione alla cannabis era associata a minori probabilità di NCI (compromissione neurocognitiva) nel contesto dell’HIV. … I nostri risultati sono coerenti con l’idea che, in alcune circostanze, la cannabis potrebbe essere neuroprotettiva. “

Il testo completo dello studio, “L’esposizione alla cannabis è associato ad una minore probabilità di deterioramento neurocognitivo nelle persone che vivono con l’HIV” , appare nel Journal of immunità acquisita Deficiency Syndrome.

Di NORML

Trovi interessante questa notizia?
0 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *