Progetto FreeWeed - Legalizzazione Cannabis

Studio: L’uso di cannabis non influisce negativamente sui trapianti di organi

Una storia precedente di uso di cannabis non è associata ad una maggiore probabilità di esiti avversi tra coloro che donano o ricevono trapianti di organi (rene), secondo i  dati  pubblicati nel  Clinical Kidney Journal .

Un team di ricercatori californiani ha valutato se il consumo di cannabis influisca negativamente sulla salute di coloro che si sottopongono a trapianti di rene. 

Il personale ospedaliero in diversi stati, per una questione di politica, rifiuta di accettare trapianti di organi da donatori con una storia di uso di cannabis, e rifiuta anche di permettere a coloro che usano cannabis di essere posti in lista d’attesa per trapianti.

Gli autori hanno concluso: “Non vi è alcuna differenza nella funzione renale tra i gruppi MUD (donatori che usano cannabis) e NMUD (non-MUD) dopo la donazione del rene. Inoltre, non vi è alcuna differenza tra i gruppi MKR (destinatari che usano marijuana) e quelli NMKR (non-MKR) dopo il trapianto. … [Si spera che i risultati di questo studio possano incoraggiare un dialogo aperto e, in ultima analisi, aumentare il pool di donatori di reni. “

Studi separati hanno precedentemente segnalato che l’uso di cannabis non è controindicato nei pazienti che ricevono  trapianti di rene  o  trapianti di fegato .

La legislazione emanata in due stati,  California  e  Maine , proibisce esplicitamente ai pazienti con una storia di uso di cannabis di veder negati i trapianti di organi. Una legge simile è stata  bloccata  dal veto nel New Mexico dal Governatore repubblicano Susana Martinez.

Fonte: NORML

(Visited 93 times, 1 visits today)
Trovi interessante questa notizia?
77 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *