Negli Stati Uniti, devi avere 21 anni prima di poter comprare una sigaretta , alcol o cannabis. A differenza delle sigarette e dell’alcool, l’età legale per la cannabis è decisa dagli Stati e non dal governo federale. Il motivo per cui gli stati si sono stabiliti a 21 anni come l’età legale, nel frattempo, è un po ‘nebuloso – alcuni legislatori sostengono che deve tenere l’erba fuori dalle scuole, mentre altri dicono che dovrebbe essere trattata in modo simile all’alcol.

Secondo un nuovo studio, gli americani potrebbero essere un po ‘troppo zelanti’ nei loro limiti quando si tratta di chi può accedere alla cannabis.

L’età minima legale per fumare erba dovrebbe essere di circa 19 ANNI , secondo uno studio pubblicato mercoledì sulla rivista BMC Public Health. A quell’età, lo studio suggerisce che gli impatti negativi sulla salute a lungo termine, il livello di istruzione, la salute mentale e la salute fisica sono ridotti al minimo.

L’età legale per l’uso della cannabis in Canada, dove hanno sede questi ricercatori, varia a seconda della provincia in cui vive una persona.

Nella maggior parte delle province canadesi l’età legale per l’acquisto di cannabis è di 19 anni, tranne Alberta, dove ha 18 anni. Tuttavia, il Quebec ha aumentato tale età a 21 anni nel gennaio 2020. La situazione in Quebec è più indicativa del panorama della cannabis negli Stati Uniti.

Questo studio suggerisce che è possibile abbassare quell’età, ma non spiega in modo eccessivo, spiega Hai Nguyen , economista della salute presso la Memorial University di Terranova, a Inverse.

Fumare erba prima dei 19 anni, dice, è collegato a “risultati significativamente peggiori”. Ma potremmo non aver bisogno di aspettare fino ai 21 anni per evitare del tutto le conseguenze sulla salute fisica e mentale.

“Diversi esiti successivi della vita dall’uso della cannabis all’età di 19 anni non sono diversi da quelli a partire dall’età di 21 anni o dopo”, spiega Nguyen.

TROVARE UN EQUILIBRIO – Impostare la soglia di età significa trovare un attento equilibrio tra scoraggiare le attività del mercato nero e ridurre al minimo i rischi per la salute.

Dal punto di vista scientifico, riportare il limite di età a 21 anni può aiutare a proteggere il cervello. Ad esempio, uno studio del 2018 su 3.826 adolescenti ha scoperto che quando gli adolescenti hanno aumentato il loro consumo di cannabis nel corso di un anno, le loro capacità di memoria di lavoro sono diminuite di pari passo.

Nel frattempo, l’uso illecito di cannabis nelle scuole superiori è rimasto costante dal 1997 , suggerendo che gli adolescenti lo usano comunque. Un’età legale troppo alta, spinge gli adolescenti direttamente nelle mani del mercato nero, spiega lo studio.

Nel 2019, la cannabis è rimasta la sostanza più popolare utilizzata dalla terza elementare. È rimasto stabile dalla fine degli anni ’90. National Institute on Drug Abuse

TROVARE L’ETÀ IDEALE – Questo studio suggerisce che possiamo usare le prove per cercare di trovare un equilibrio tra il rischio di problemi cerebrali a lungo termine e spingere gli adolescenti verso opzioni di acquisto imprecise

Nguyen e i suoi colleghi hanno analizzato i dati del sondaggio di circa 20.000 persone di età compresa tra 21 e 65 anni, prendendo in considerazione alcuni indicatori di come le loro vite si sono rivelate in settori come la salute generale, la salute mentale e il rendimento scolastico.

Hanno scoperto che, se si considerano isolatamente ogni risultato a lungo termine come l’educazione o la salute mentale, si ottengono effettivamente diverse età ideali della cannabis legale. Gli intervistati hanno riferito una migliore salute se hanno iniziato a fumare erba dopo i 18 anni. Ma hanno riferito una migliore salute mentale se hanno iniziato dopo i 19 anni – rispetto a se hanno iniziato un anno prima.

Infine, le persone che hanno iniziato a fumare dopo i 21 anni tendevano ad avere più anni di istruzione rispetto a quelle che avevano iniziato prima, una tendenza che gli scienziati suggeriscono che il fumo prima potrebbe essere collegato ai tassi di abbandono (ma non possono dimostrarlo in questo documento).

Gli scienziati si sono stabiliti su 19 perché non c’erano differenze significative nei risultati sulla salute tra coloro che avevano iniziato a fumare marijuana a 19 anni e quelli che avevano iniziato a 21. Le loro differenze di livello di istruzione erano significative, ma se confrontate con il resto delle misure, 19 sembravano ancora essere il miglior compromesso.

È importante sottolineare che questo studio non può dimostrare la causalità e non cambia il fatto che la marijuana possa ancora avere effetti neurobiologici sul cervello di un 19enne.

Gli anni tra 18 e 21 anni sono ancora cruciali per lo sviluppo del cervello – il cervello non finisce di svilupparsi fino all’età di circa 25 anni. Per questo motivo, la differenza tra 19 e 21 potrebbe essere insignificante quando si tratta di esiti della vita, ma potrebbe non essere quando si tratta di abilità cognitive. Questo studio non è stato progettato per valutare queste abilità.

Detto questo, il lavoro fornisce un quadro che gli scienziati possono utilizzare per valutare se una certa età minima legale sta raggiungendo o meno ciò che dovrebbe fare: ridurre il rischio a lungo termine.

Fintanto che il mercato legale sarà attentamente regolato, afferma Nguyen, le province canadesi che hanno fissato l’età di acquisto della marijuana a 19 anni potrebbero essere su qualcosa.

Astratto:

Contesto: la scelta dell’età minima legale (MLA) per l’uso di cannabis è una questione critica e controversa nella legalizzazione della cannabis non medica. In Canada, dove la cannabis non medica è stata recentemente legalizzata nell’ottobre 2018, il governo federale ha raccomandato 18 anni, la comunità medica ha sostenuto 21 o anche 25 anni, mentre le consultazioni pubbliche hanno portato la maggior parte delle province canadesi ad adottare 19 anni. Tuttavia, nessuna ricerca è stata confrontata in seguito risultati di vita del primo utilizzo di cannabis in queste diverse età per valutare i loro meriti come MLA.

Metodi: abbiamo usato tecniche di regressione doppiamente robuste e dati provenienti da sondaggi canadesi rappresentativi a livello nazionale per confrontare il rendimento scolastico, il fumo di sigaretta, la salute generale e mentale auto-riferita associata alle diverse età del primo consumo di cannabis.

Risultati: abbiamo trovato diversi MLA per risultati diversi: 21 per il rendimento scolastico, 19 per il fumo di sigaretta e la salute mentale e 18 per la salute generale. Supponendo un peso uguale per questi esiti individuali, la MLA “complessiva” per l’uso di cannabis è stata stimata in 19 anni. I nostri risultati sono stati robusti a vari controlli di robustezza.

Conclusione: il nostro studio ha indicato che esiste un merito nel fissare 19 anni come MLA per la cannabis non medica.

Ti piace il nostro lavoro informativo? Aiutaci a diffondere il messaggio!