La legalizzazione della cannabis è associata a una riduzione della criminalità, nonché all’uso minore di altre sostanze e alcol, secondo un nuovo studio pubblicato dal  Journal of Economic Behavior & Organization .

“Le prime prove sono fornite dal fatto che la legalizzazione del mercato della cannabis negli Stati Uniti sta inducendo una caduta del crimine”, afferma l’abstract dello studio.

“Sfruttiamo la legalizzazione scaglionata della marijuana ricreativa attuata dagli Stati limitrofi di Washington (fine 2012) e Oregon (fine 2014). Combinando le differenze di differenza a livello di contea e i progetti di discontinuità di regressione spaziale, riteniamo che la politica abbia causato una significativa riduzione degli stupri e dei crimini di proprietà nella parte di Washington del confine nel 2013-2014 rispetto al lato dell’Oregon e rispetto agli anni di pre-legalizzazione 2010-2012.

I ricercatori hanno scoperto che la legalizzazione “ha anche aumentato il consumo di marijuana e ridotto il consumo di altre droghe e di alcol normale e alcolico. ”

Maggiori informazioni su questo studio, condotto presso l’ Università di Bologna in Italia, possono essere trovate cliccando qui .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti piace il nostro lavoro informativo? Aiutaci a diffondere il messaggio!