Negli Stati Uniti, le persone con più di 50 anni usano sempre più cannabis medicinale o ricreativa. Poiché più stati stanno legalizzando il loro uso, infatti, sono il gruppo di popolazione che sta aumentando il loro consumo di cannabis più di altri.

Un nuovo studio studia gli stereotipi di questi consumatori, analizzando tra le persone di questa età che consumano e quelle che non lo fanno.

“Rispetto agli adulti più anziani che non usano cannabis”, lo studio dell’Università del Colorado Boulder afferma che “i consumatori di cannabis più anziani avevano un [indice di massa corporea] più basso all’inizio dello studio, praticando più sport durante lo studio, e hanno partecipato ad altre attività legate allo sport alla fine dello studio. “

Lo studio prosegue affermando che la maggior parte delle persone con più di 60 anni che usano la cannabis avevano una forma fisica migliore rispetto ai non consumatori. Inoltre avevano in particolare dati migliori in uno studio di quattro mesi successivo con un regime di attività fisica prescritto dal medico.

La cannabis aumenta l’esercizio FISICO?

“I risultati suggeriscono che potrebbe essere più facile per gli adulti più anziani che riconoscono il loro uso di cannabis aumentare e mantenere il loro comportamento fisico, probabilmente perché i consumatori di cannabis hanno un peso corporeo inferiore rispetto ai loro coetanei non – consumatori “ , dicono gli autori. “Come minimo, l’evidenza suggerisce che l’uso di cannabis non interferisce con la capacità degli adulti più anziani di impegnarsi nella attività fisica, Né allla partecipazione a un programma di allenamento supervisionato né al miglioramento delle loro condizioni fisiche dopo l’attività fisica. 

Sebbene gli autori affermino che i risultati sono preliminari, sono necessari ulteriori studi per confermare in quella direzione. In effetti, i ricercatori non sanno esattamente perché i consumatori abbiano meno BMI o perché queste persone siano più dirette nei loro programmi di allenamento.

“La scoperta del ruolo della cannabis come possibile facilitatore dell’attività fisica negli anziani può essere molto promettente. “ 

Riepilogo dello studio

obiettivi

 L’uso di cannabis è in aumento tra gli anziani. Abbiamo esaminato se l’uso di cannabis influisce sui risultati di un intervento per aumentare l’attività fisica negli adulti sedentari di età pari o superiore a 60 anni.

 metodi

Abbiamo misurato le differenze nell’indice di massa corporea (BMI), nel comportamento fisico e nella forma cardiovascolare tra i consumatori di cannabis adulti più anziani (N = 28) e i non consumatori (N = 136) che hanno partecipato a una sperimentazione di intervento con esercizio.

 risultati

Il BMI dei consumatori di cannabis era significativamente inferiore a quello dei non consumatori (p = .007). I consumatori di cannabis hanno riportato 70 giorni in più di attività fisica durante il ritiro dell’attività fisica di 7 giorni a Stanford rispetto ai non consumatori al punto temporale di 8 settimane (p = 0,068) ed erano 4,1 punti più alti nella sottoscala dell’esercizio del programma modello di attività sane della comunità per le persone di età superiore a 16 settimane (p = 0,045). Né la condizione fisica di base né post-intervento differivano in base allo stato di utilizzo della cannabis e la forma cardiovascolare migliorava dopo l’intervento nell’intero campione. 

conclusione

Questi dati preliminari suggeriscono che lo stato attuale del consumo di cannabis non è associato a un impatto negativo sulla forma fisica e sugli sforzi per aumentare l’esercizio negli adulti sedentari più anziani. Gli studi futuri dovrebbero raccogliere informazioni più dettagliate su modelli e forme di consumo di cannabis; comprendere i suoi possibili effetti sulla salute degli anziani.

Ti piace il nostro lavoro informativo? Aiutaci a diffondere il messaggio!