34 Visualizzazione Totali,  3 Visualizzazioni di Oggi

Che Elon Musk sia un passo, anche due o tre, più avanti di tutti non siamo certo noi a scoprirlo oggi.

Quel che è certo è che Elon ogni giorno ci sorprende con qualche iniziativa, spesso coinvolgendo la cannabis nei suoi esperimenti spaziali.

Oltre ad essere uno dei pochi imprenditori che non si vergognano a fumare cannabis (anche perchè i dati parlano di circa 154 milioni di europei, 160 milioni di asiatici e circa 100 milioni di americani, tra nord e sud del continente, che hanno usato almeno una volta cannabis nell’ultimo anno), Elon si è sempre speso a difesa della cannabis e dei suoi molteplici utilizzi, compreso i principali, l’uso riflessivo e ludico.

Alcuni mesi fa il miliardario aveva creato diverse polemiche quando si è fumato una canna in uno spettacolo live streaming.

Ma la notizia del giorno è che la sua compagnia spaziale, la SpaceX, trasporterà colture cellulari di piante di cannabis a marzo 2020 proprio nello spazio.

Le piante saranno osservate in un ambiente privo di gravità e sarà studiata la progettazione di piante che si adattano meglio alle nuove condizioni a causa dei cambiamenti climatici.

La Società di ricerca del Colorado, che collabora con la società di trasporto spaziale e l’Istituto di ricerca Boulder dell’Università del Colorado, sta lavorando a questo piano per il trasporto spaziale di colture cellulari di cannabis e piante di caffè alla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) nel primo trimestre 2020 .

Un raccolto senza gravità

480 colture cellulari di piante di cannabis arriveranno alla Stazione Spaziale Internazionale sul volo cargo SpaceX CRS-20. 

La Front Range Biosciences, un’azienda di tecnologia agricola che studia canapa e coltivazione, ha appena annunciato un piano per il trasporto di colture cellulari di piante di cannabis alla Stazione Spaziale Internazionale. Lì saranno coltivate ​​e studiate per rilevare possibili mutazioni genetiche che le loro cellule subiscono in più fasi senza gravità.

Queste colture di cannabis rimarranno nell’incubatrice a bordo dell’IEA per circa un mese e BioServe controllerà in remoto le condizioni ambientali di CU Boulder.

Colture per adattarsi ai cambiamenti climatici

Portare nello spazio colture cellulari di canapa e piante di caffè potrebbe aiutarci a comprendere meglio l’agricoltura. I ricercatori vogliono sapere come lo spazio influenza le piante e la loro utilità per una varietà di prodotti. Alcuni cambiamenti potrebbero essere utili per creare nuove scoperte nei prodotti a base vegetale.

I ricercatori hanno detto a Newsweek che volevano indagare sulle piante al loro ritorno sulla Terra e quindi sapere se potevano essere geneticamente modificate per crescere in ambienti più ostili. I ricercatori cercano di sviluppare nuovi modi per garantire che le piante sopravvivano in ambienti diversi man mano che i cambiamenti climatici diventeranno più evidenti. Gli alimenti a base vegetale in quel momento potrebbero essere molto importanti.

Un trasporto spaziale

Da parte sua, SpaceX funge da servizio di trasporto, portando queste colture da e verso lo spazio. Space Exploration Technologies Corp. o quello che è lo stesso SpaceX, è una compagnia aerospaziale americana privata dei servizi di trasporto spaziale in California e, come detto precedentemente, è stata fondata dal miliardario Elon Musk, sempre protagonista in queste situazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti piace il nostro lavoro informativo? Aiutaci a diffondere il messaggio!