Pubblicità
Diffondi Informazione!

Tornato a parlare questa mattina sull’edizione de La Gazzetta dello Sport, ancora una volta Arrigo Sacchi non ha speso parole di grande apprezzamento nei confronti dell’Inter e di Simone Inzaghi. In vista del posticipo di questa sera in programma all’Olimpico contro la Lazio, all’ex rossonero è stato chiesto di ‘indossare i panni’ di Maurizio Sarri e preparare tatticamente la gara contro i nerazzurri.

Pubblicità
Pubblicità

Tra i consigli proposti ai biancocelesti, Sacchi ha sottolineato il dover puntare sul possesso palla prolungato per togliere all’Inter quella che, a suo giudizio, rappresenta la caratteristica principale dei nerazzurri: il contropiede. Anche stavolta, l’ex tecnico rossonero non ha perso occasione per lanciare indirettamente una nuova critica al gioco interista, sminuendo lo strepitoso lavoro svolto da Inzaghi negli ultimi tre anni.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Queste le dichiarazioni di Sacchi: “Possesso-palla. Questa è la chiave. La Lazio deve fare come la Real Sociedad in Champions: ha dominato a San Siro e non ha subito il contropiede che è la vera arma della squadra di Inzaghi. Gli spagnoli, però, hanno effettuato un buon pressing, mentre la Lazio , di solito, di pressing ne fa poco perché non ha gli uomini adatti. Così è necessario puntare sul gioco, sul collettivo, sulla manovra, sulle doti tecniche”.

Pubblicità
👉🏻 CONTINUA A LEGGERE

10:15
17 Dic 2023

Loading

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Verified by MonsterInsights