In Italia, sui media mainstream, al posto di parlare di regolamentazione della cannabis e di diritti delle persone si parla di “canna-gate” e di gossip, forse dando troppo spazio a questa situazione: noi ci accodiamo, ma solo per riportare finalmente una dichiarazione sensata, che ci auguriamo serva a dare luce perlomeno alla tematica della legalizzazione mettendola al centro della questione (almeno nel gossip).

Raggiunto dai microfoni di Leggo, l’attore Rocco Siffredi ha dichiarato:

Mi dispiace per Eva e soprattutto per Francesco. Eva sembra essere rimasta indietro di mille anni e Francesco poteva vivere un’esperienza bellissima che invece è stata rovinata. E’ un ragazzo giovane e di grande personalità e per una stronzata ha perso tutto. Perché credetemi il canna gate è successo anche nella mia Isola e in quella di Malena, ma anche nelle altre. Mai nessuno però ha parlato di uno spinello in diretta tv. Ma davvero stiamo polemizzando su uno spinello? La cannabis è legale in metà mondo, è stato montato un caso inutilmente. Ripeto, mi dispiace molto per Eva che sembra essere rimasta indietro di trent’anni.

Che prima o poi prevalga la ragione e la razionalità?

SEGUI GLI AGGIORNAMENTI DELL’ASSOCIAZIONE FREEWEED DIRETTAMENTE SU TELEGRAM!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti piace il nostro lavoro informativo? Aiutaci a diffondere il messaggio!