Una semplice richiesta, sottoscritta da oltre 1300 cittadini ed oltre 100 Gruppi Operativi, quella proposta da Fatti Segreti e CannabiScienza sul sito ufficiale di Fatti Segreti, ma rappresenta un forte segnale di unità e compattezza del fronte antipro su rivendicazioni che, come Associazione FreeWeed, riteniamo fondamentali.

La corretta informazione deve essere il punto cardine sul quale costruire la riforma normativa che tutti desideriamo, pertanto ci teniamo pubblicamente a complimentarci con Fatti Segreti e CannabiScienza per la lodevole iniziativa alla quale, ovviamente, aderiamo ed invitiamo ad aderire. Ci dispiace sottolineare la poca diffusione dell’iniziativa sui quotidiani di settore, dove troppo spesso ci si riempie la bocca della parola “collaborazione” ed “unità di intenti” ma quando escono iniziative interessanti e rivoluzionarie talune realtà, spesso le solite, si perdono nel copiare malamente le iniziative anzichè supportare ed ampliare la partecipazione a quelle già esistenti, spesso scimmiottandole e ricalcandone l’idea senza riconoscere i giusti meriti a chi, quotidianamente, mette impegno e serietà nel proprio ruolo sociale.

Nonostante la poca diffusione giornalistica, alla quale siamo abituati nostro malgrado, la petizione ha raggiunto cifre di diffusione davvero importanti, ed ora verrà inoltrata al quotidiano La Repubblica.

Ecco, di seguito, il testo di presentazione della petizione online:

“Chiediamo al quotidiano La Repubblica, a nome dei firmatari della presente, una pronta e tempestiva rettifica dell’articolo: “Lo studio italiano: il fumo di cannabis crea gli stessi danni polmonari del tabacco, ma più in fretta”, poiché non corrisponde ai risultati ottenuti dallo studio scientifico citato.”

Per sottoscrivere e leggere il testo completo: www.fattisegreti.it/petition/

Ti piace il nostro lavoro informativo? Aiutaci a diffondere il messaggio!