3 Visualizzazione Totali,  1 Visualizzazioni di Oggi

La legalizzazione della cannabis ricreativa a New York si sta avvicinando. Il governo statale ha incluso il processo nei bilanci statali del 2021.

Il governatore democratico di New York, Andrew Cuomo, ha introdotto nuove entrate fiscali per la legalizzazione nel suo bilancio ufficiale per il prossimo anno. Non è la prima volta che lo fa, dopo l’anno scorso, anche se la volta precedente non si è verificata per la bocciatura dei legislatori.

Un prelievo fiscale del 20%, più un’altra imposta locale del 2%, aggiungendo un dollaro al grammo, oltre ad altre piccole tasse aggiunte 0,25 e 0,14, sarebbero la tassazione proposta. 

Il governatore di New York ha stimato circa 20 milioni di dollari che potrebbero entrare nelle casse dello stato nel 2021. Entro il 2022 quella cifra potrebbe raggiungere i 63 milioni di dollari.

Stati vicini nella stessa direzione

La strategia prevede anche la collaborazione nella stessa direzione con gli stati vicini. Questo piano funzionerebbe per tutti per risolvere problemi di packaging, etichettatura e pubblicità. In effetti, i governatori e i capi di stato degli stati limitrofi del Connecticut, del New Jersey e della Pennsylvania si sono mostrati favorevoli chiaramente a voler intraprendere questa direzione.

Il piano Cuomo è progettato per creare l’Ufficio per la gestione della cannabis; gestirebbe le normative del settore e centralizzerebbe le operazioni e la supervisione della cannabis ad uso medico e ricreativo.

Il budget di Cuomo include il divieto di prodotti di vapori aromatizzati dalla pubblicità diretta ai giovani e la limitazione delle vendite online, postali o telefoniche di questi prodotti.

Nella scommessa precedente fatta lo scorso anno per legalizzare a New York , i legislatori hanno approvato la depenalizzazione del consumo e l’eliminazione dei precedenti penali, ma non la legalizzazione. Questa volta Cuomo spera che la proposta possa essere approvata a pieno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti piace il nostro lavoro informativo? Aiutaci a diffondere il messaggio!