Messico: Legalizzazione rinviata in Aprile 2020 su pressione delle Lobby Aziendali

Il Messico non può legalizzare prima della data stabilita dalla Corte e questa data scade nella primavera del 2020. Le differenze tra le clausole che limitano l’ingresso di società straniere sembrano essere la ragione per questa scadenza.

Il Messico diventerà probabilmente il più grande mercato legale di cannabis al mondo. Dopo il ritardo, tali dati verranno probabilmente forniti la prossima primavera. Sarà il 4/20 del 2020?

La Corte Suprema del Messico, ormai un anno fa, ha dichiarato illegale il divieto di consumo di cannabis. Successivamente ha trasmesso al governo messicano l’obbligo di revocare il divieto. In effetti i giudici hanno stabilito che l’esecutivo dovrebbe regolare il mercato della cannabis per legge entro la fine di novembre.

Consumo in luoghi privati

Il disegno di legge stabilirà che l’uso della cannabis sia legale in luoghi privati ​​per persone di età superiore ai 18 anni. Inoltre la pubblicità sarebbe limitata e i pacchetti dovrebbero essere uniformi senza un marchio o design differenziati.

È stata annunciata la stesura finale del disegno di legge emanato dal Senato messicano. Ma non era sicuro che i regolamenti fossero stati approvati dal governo. I membri del comitato hanno chiesto un’estensione alla Corte suprema per paura di perdere il mandato.

I media incolpano l’estensione della data, anche se non è molto chiaro come sia andata, alla grande pressione sui membri del Senato da parte delle lobby di grandi aziende. Queste non sarebbero molto contenti della stesura del disegno di legge e ciò comporterebbe il rifiuto del voto.

Il disegno di legge fornirebbe un vantaggio significativo alle società locali messicane nel futuro mercato legale della cannabis del paese e includerebbe clausole che limiterebbero fortemente la capacità delle società giganti internazionali di entrare e dominare il mercato messicano della cannabis. Il mercato legale del Messico sarà il più grande del mondo, 124 milioni di cittadini.

Alcuni giorni fa la Corte suprema messicana ha risposto alla richiesta di estensione e ha concesso alla legislatura messicana fino al 30 aprile 2020 il tempo per approvare la legislazione per legalizzare. La decisione stabilisce che è approvata una “estensione eccezionale e unica”, data la complessità del problema.

Post Correlati

Trovi interessante questa notizia?
5 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *