Malta: Entro due anni arriverà la legalizzazione

La nuova segretaria parlamentare Rosianne Cutajar afferma che è tempo di attuare la riforma ricreativa della cannabis a Malta.

Il nuovo segretario parlamentare per le riforme, Rosianne Cutajar, afferma che la riforma sulla cannabis ricreativa verrà sicuramente realizzata nei prossimi due anni. “Abbiamo trascorso molto tempo in consultazione, ma ora è il momento di implementarlo. Senza dubbio nei prossimi due anni vedremo l’attuazione della riforma ” , ha detto Cutajar a  Malta oggi  .

“Ho già fatto riforme fondamentali (del Parlamento) e lo farò ancora di più ora che ho un ruolo nel gabinetto”, ha affermato.

Dopo la legalizzazione della cannabis medica nel paese mediterraneo e lo sviluppo della sua industria, l’ex segretario parlamentare per le riforme, Julia Farrugia Portelli, aveva promesso la legalizzazione della cannabis ricreativa.

Alla fine dell’anno scorso Rosianne Cutajar ha sostenuto una donna che era stata condannata a sei mesi di carcere per 6,5 grammi di cannabis: “Non sono d’accordo sul fatto che qualcuno debba essere mandato in prigione per sei mesi e rovinargli la vita a causa di 6,5 g di cannabis”, aveva dichiarato. “Se crediamo davvero che la cannabis possa essere dannosa, la soluzione dovrebbe concentrarsi sull’aiuto e sulla riabilitazione, non sulla prigionia. “

Il ministro della Giustizia Owen Bonnici ha infine proposto un aggiornamento della legge di auto-coltivazione per Malta. Ciò darebbe ai tribunali il potere di decidere se il raccolto abbia o meno un uso personale. Sia il Primo Ministro che il Ministro della salute maltese  sostengono  la legalizzazione della cannabis come dichiarato a Loving Malta.

Trovi interessante questa notizia?
75 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *