Associazione FreeWeed Board Movimento Sociale e Politico per la Liberalizzazione della Cannabis
Movimento Sociale e Politico per la Liberalizzazione della Cannabis

L’industria della cannabis negli Stati Uniti conta 321.000 posti di lavoro a tempo pieno

Quanti posti di lavoro ci sono nell’industria della cannabis legale americana?

La cannabis è l’industria in più rapida crescita in America.

Il 2021 Leafly Jobs Report , pubblicato oggi, ha trovato 321.000 posti di lavoro equivalenti a tempo pieno (FTE) supportati dalla cannabis legale a partire da gennaio 2021. Questo totale include sia lavori di contatto con le piante che di lavoro ausiliario, tutti, dai budtender ai venditori al dettaglio.

Per metterlo in prospettiva: negli Stati Uniti ci sono più lavoratori legali della cannabis che ingegneri elettrici. Ci sono più lavoratori legali della cannabis che EMT e paramedici. Ci sono più del doppio dei lavoratori legali di cannabis rispetto ai dentisti.

leafly-jobs-report-2021-YOY-growth
I posti di lavoro nell’industria della cannabis sono aumentati del 161% negli ultimi quattro anni. (Illustrazione: Joshua Titus per Leafly)

L’annuale Leafly Jobs Report, prodotto in collaborazione con Whitney Economics , è la pietra angolare dello studio nazionale sull’occupazione della cannabis.

Il divieto federale impedisce al Dipartimento del Lavoro degli Stati Uniti di contare i lavori di marijuana legali statali. Dal 2017 , i team di notizie e dati di Leafly hanno colmato questa lacuna con un’analisi annuale dell’occupazione nel settore della cannabis legale.

Whitney Economics, una delle principali società di consulenza specializzata in economia, politica e consulenza aziendale sulla cannabis, collabora con Leafly al progetto dal 2019.

Apri e scarica l’intero Leafly Jobs Report 2021

rapporto-lavoro-marijuana
Fare clic per scaricare il rapporto completo, che include dati aggiuntivi sui primi 10 stati per i lavori nel settore della cannabis, statistiche comparative e altro ancora.

Il doppio della crescita dell’occupazione rispetto al 2019

La crescita dell’occupazione nella cannabis nel 2020 rappresenta un raddoppio della crescita dell’occupazione negli Stati Uniti dell’anno precedente. Nel 2019, l’industria della cannabis ha aggiunto 33.700 nuovi posti di lavoro negli Stati Uniti per un totale di 243.700.

Nonostante un anno segnato da una pandemia globale, dal picco della disoccupazione e dalla recessione economica, l’industria legale della cannabis ha aggiunto 77.300 posti di lavoro a tempo pieno negli Stati Uniti nel 2020. Ciò rappresenta una crescita del 32% anno su anno, una cifra sorprendente nel anno peggiore per la crescita economica degli Stati Uniti dalla seconda guerra mondiale.

I lavoratori della cannabis sono più numerosi dei dentisti negli stati legali. (Illustrazione: Joshua Titus per Leafly)

La cannabis ora è un’industria da 18,3 miliardi di dollari negli Stati Uniti

Nel 2020, gli americani hanno acquistato prodotti a base di cannabis per un valore di 18,3 miliardi di dollari, con un aumento del 71% rispetto al 2019.

Le vendite di cannabis sono aumentate del 71% nel 2020, guidate dagli acquisti di pandemia e dall’arrivo online di nuovi stati legali.

Quando la pandemia COVID-19 ha colpito gli Stati Uniti a marzo, molti nell’industria della cannabis si sono preoccupati di una potenziale chiusura del settore. Invece, i governatori nella maggior parte degli stati hanno dichiarato la cannabis un prodotto essenziale. Dispensari e negozi al dettaglio hanno risposto offrendo ordini online, ritiro dal marciapiede e consegna come opzioni sicure per COVID per i loro clienti.

I clienti hanno risposto facendo scorta per mesi di avvisi casalinghi e allontanamento sociale. Dopo un breve calo delle entrate di fine marzo, la maggior parte dei negozi ha registrato un aumento significativo in aprile, e poi il rialzo è diventato un plateau.

Perché le vendite non sono aumentate?

L’aumento delle entrate di solito porta più assunzioni, poiché le aziende si espandono per soddisfare la crescente domanda. Ma nel 2020 due nuovi fattori hanno portato le assunzioni di personale a rimanere notevolmente indietro rispetto all’aumento delle entrate.

Gli investitori sono stati spaventati dai rendimenti non spettacolari sugli investimenti canadesi nell’anniversario di un anno della legalizzazione federale nel nord. Ciò ha reso più difficile per le aziende statunitensi espandersi e investire in nuovi dipendenti. Il poco denaro disponibile è quasi svanito alla fine di marzo 2020, quando è arrivata la pandemia COVID.

La pandemia alla fine ha portato a un aumento delle vendite in tutto il settore. Ma le distanze sociali, i limiti di occupazione e gli ordini di rifugi sul posto hanno limitato la capacità dei membri del personale di occupare uno spazio pubblico di vendita al dettaglio e lavorare a stretto contatto.

In alcuni casi, è entrata in gioco una dinamica inversa. Alcune aziende in forte espansione hanno segnalato una carenza di personale poiché i dipendenti stessi hanno combattuto il virus, messi in quarantena a causa della ricerca dei contatti, hanno mostrato segni di possibile infezione o sono stati costretti a rimanere a casa a causa di condizioni mediche sottostanti. Un imprenditore ha segnalato un aumento del turnover del personale nel 2020 a causa della pandemia rispetto ai cinque anni precedenti.

Mentre la cannabis continua a essere l’industria in più rapida crescita d’America, rimangono preoccupanti disparità razziali e di genere.

I neri americani rappresentano il 13% della popolazione nazionale, ma rappresentano solo dall’1,2% all’1,7% di tutti i proprietari di società di cannabis, un divario troppo ampio.

Il Leafly Jobs Report di quest’anno esamina in modo più approfondito i fattori che hanno determinato tale divario, le barriere che rimangono ancora in atto e le iniziative promettenti che aprono opportunità.

Metodologia: come calcoliamo i lavori relativi alla cannabis

Il rapporto sul lavoro 2021 è stato creato da giornalisti, editori e analisti di dati di Leafly, in collaborazione con gli economisti del lavoro di Whitney Economics .

Leafly e Whitney Economics hanno esaminato le entrate generate dai mercati legali e per uso adulto, dati sui permessi di lavoro combinati, input per licenze commerciali, strutture normative e disaggregazioni per settore di attività per sviluppare un modello in base al quale si potesse stimare l’occupazione di ogni stato. Le stime sono state quindi riviste, perfezionate e adeguate in base agli input dell’industria e degli operatori.

Il rapporto sui lavori combina i dati delle seguenti fonti:

  • US Bureau of Labor Statistics: statistiche sul lavoro nazionali e statali, dati sui salari
  • US Census Bureau: popolazione e altre informazioni demografiche
  • Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti
  • Enti statali: vendita di cannabis e gettito fiscale sulla cannabis
  • Dipartimenti statali del lavoro: dati sul lavoro compilati a livello statale
  • Dipartimenti sanitari statali: dati dei pazienti relativi alla cannabis medica
  • Regolatori locali e statali sulla cannabis: licenziatari aziendali, permessi per lavoratori di cannabis

Una volta compilati i dati, Leafly e Whitney Economics analizzano le stime dei posti di lavoro contattando esperti del settore, proprietari di aziende di cannabis e leader di associazioni di categoria.

Quest’anno, le associazioni di categoria hanno fornito approfondimenti su specifiche condizioni di mercato non disponibili a livello statale e di governo federale. I dirigenti aziendali della cannabis hanno offerto informazioni su come i regolamenti governativi, la politica fiscale, la disponibilità di capitale di investimento e la pandemia COVID-19 hanno influenzato le loro pratiche di assunzione nel 2020.

Whitney Economics ha anche condotto un sondaggio sull’industria della cannabis a livello nazionale. L’indagine è stata preziosa per triangolare gli input provenienti dal governo e dall’industria e per aumentare l’accuratezza del Rapporto sull’occupazione. I risultati completi di tale sondaggio saranno pubblicati più tardi nel 2021.

Ulteriori ricerche fornite da Chris Kudialis, Fatma Khaled e Dave Howard.

 1,161 Visualizzazione Totali,  4 Visualizzazioni di Oggi

likeheartlaughterwowsadangry
0
0

Ti piace il nostro lavoro informativo? Aiutaci a diffondere il messaggio!