Associazione FreeWeed Board Movimento Sociale e Politico per la Liberalizzazione della Cannabis
Movimento Sociale e Politico per la Liberalizzazione della Cannabis

La Germania ha importato oltre 10.000 Kg di Cannabis ad uso medico nel 2020

Un nuovo rapporto rileva che la Germania ha stabilito un record importando quasi 10.000 chilogrammi di cannabis medica nel 2020, ma il suo rapporto con gli esportatori sta iniziando a cambiare man mano che più paesi firmano accordi di fornitura e la produzione interna aumenta.

Dal 2018 al 2019, la quantità di importazioni di cannabis medica è cresciuta del 100%, ma è aumentata solo del 37% nel 2020, secondo una nuova analisi di Prohibition Partners , una società globale di informazioni sul mercato della cannabis.

La Germania ha fatto affidamento su Paesi Bassi e Canada per gran parte della sua cannabis negli ultimi anni, ma l’importazione dai Paesi Bassi è diminuita del 5% nel 2020, poiché altri paesi, tra cui Uruguay, Spagna, Austria e Israele, hanno iniziato ad esportare cannabis medica nel paese .

Nella sua analisi, Prohibition Partners prevede che l’equilibrio dell’offerta continuerà a spostarsi dai Paesi Bassi e dal Canada a favore dei paesi con costi di produzione inferiori. Anche la coltivazione domestica è un fattore, con la Germania che dovrebbe fornire almeno 2.600 kg di cannabis all’anno, e potenzialmente molto di più, in futuro.

Alcuni dei maggiori produttori canadesi autorizzati hanno accordi di fornitura con la Germania, tra cui Canopy Growth, Aphria, Aurora, Cronos Group e altri.

All’inizio di questo mese, Aphria ha annunciato che era sulla buona strada per essere il primo produttore autorizzato a coltivare cannabis medica in Germania, con il suo primo raccolto previsto nei prossimi mesi.

“In Germania , stiamo sfruttando la nostra solida piattaforma medica e la nostra multiforme operazione internazionale, che combina la coltivazione nel paese, i permessi di importazione e l’infrastruttura di grande distribuzione per aumentare l’accesso e la disponibilità a cannabis medica di alta qualità e coerente per i pazienti”, ha dichiarato il presidente e Il CEO Irwin Simon ha detto in un comunicato stampa.

La società ha anche annunciato che il suo chief strategy officer, Denise Faltischek, aveva assunto il ruolo di amministratore delegato di Aphria Germany.

“Nello stabilire la nostra presenza internazionale in Germania , abbiamo investito nel completamento del nostro impianto di coltivazione e rete di distribuzione nel paese a Neumünster “, ha detto Simon. 

Oltre ad Aphria, Aurora Cannabis e la società tedesca Demecan coltivano cannabis medica nel paese di 83 milioni.

Nel suo rapporto finanziario più recente , Canopy Growth ha notato che le sue vendite di fiori secchi in Germania sono diminuite del 2% anno su anno nel terzo trimestre, citando le sfide dell’offerta e le restrizioni COVID-19 che ostacolano la crescita del mercato.

La cannabis ricreativa rimane illegale in Germania, ma l’uso medico è consentito dal 2017 e i prodotti CBD sono ampiamente disponibili.

 247 Visualizzazione Totali,  1 Visualizzazioni di Oggi

likeheartlaughterwowsadangry
0
0

Lascia un commento

Ti piace il nostro lavoro informativo? Aiutaci a diffondere il messaggio!