Kevin Durant ha paragonato l’uso della cannabis al bere vino dopo il lavoro e ritiene che i giocatori della NBA dovrebbero avere accesso alla pianta.
La superstar della NBA Kevin Durant non ha nascosto la sua relazione con la cannabis negli ultimi anni. Attraverso Thirty Five Ventures, una società di investimento che ha co-fondato con il suo partner commerciale Rich Kleiman, Durant ha annunciato l’ anno scorso una partnership con Canopy Rivers  , specializzata in investimenti nella cannabis.

Il giocatore ha da tempo sostenuto l’eliminazione della cannabis ricreativa dall’elenco delle sostanze vietate nell’NBA. Mentre appariva in un recente episodio di ” All The Smoke ” in Showtime, Durant ha ampliato la sua posizione sull’erba.

“È una di quelle piante che ha un gusto acquisito. Se ti piace, lo adori. In caso contrario, la eviterai anche. Non dovrebbe nemmeno essere un argomento in questi giorni ” , ha detto Durant. “È come, la marijuana è marijuana. Non è dannoso per nessuno. Puoi solo aiutare, migliorare e fare cose buone. Sento che non dovrebbe più essere un grande argomento di discussione. “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti piace il nostro lavoro informativo? Aiutaci a diffondere il messaggio!