Irlanda: gli agricoltori pronti a coltivare cannabis per uso medico

Il ministro della salute Simon Harris ha suggerito che gli agricoltori irlandesi potrebbero fornire la cannabis per un regime di uso medicinale. 

The Irish Farmers Association ha dichiarato a TheJournal.ie che sono disposti a incontrare il Ministro della Sanità irlandese Simon Harris per i commenti che ha fatto sulla possibilità che gli agricoltori irlandesi coltivino la cannabis per uso medicinale in Irlanda. 

Due anni fa, il governo irlandese ha annunciato uno schema che prevedeva l’ approvvigionamento medicinale di cannabis  per il trattamento di pazienti con sclerosi multipla, quelli con nausea e vomito associati alla chemioterapia e quelli con epilessia severa, refrattaria e resistente al trattamento .

L’attuazione del programma è stata tuttavia posticipata, poiché il governo irlandese si sforza di ottenere un fornitore di qualità dall’esterno che esporterà in Irlanda. 

Parlando di recente su RTÉ, il ministro Harris ha riconosciuto che il programma è stato rinviato poiché  “la mancanza di disponibilità di prodotti a base di cannabis in Irlanda rimane la barriera più critica alla piena attuazione”.

“Questo non riguarda l’uso ricreativo e le persone che fumano le articolazioni”, ha detto, aggiungendo che sarebbe aperto all’idea che gli agricoltori irlandesi coltivino la droga. 

“Si tratta di utilizzare in modo controllato, in modo monitorato, con il supporto del proprio medico, un prodotto che potrebbe alleviare il dolore e la sofferenza dopo aver provato tutti i trattamenti convenzionali.

“Questa è una priorità per me e voglio davvero vederlo accadere nel 2019.”

“Penso che potrebbe essere un’opportunità per gli agricoltori irlandesi a tempo debito”, ha continuato. 

“Ha senso coltivare il proprio in Irlanda piuttosto che dipendere dall’importazione di un prodotto? Penso, francamente, che ne abbia.”

Il ministro ha aggiunto che sembra “la cosa più sensata da fare” affinché l’Irlanda cresca la propria offerta, un suggerimento che l’IFA ha dichiarato aperto, dal momento che gli agricoltori irlandesi trovano sempre più difficile realizzare profitti. 

“Prendiamo atto dei commenti del ministro con interesse: gli agricoltori considerano sempre i meriti di ogni potenziale diversificazione e siamo aperti all’incontro con il ministro per discutere la questione, se lo desidera”, ha detto a TheJournal.ie un portavoce dell’Associazione degli agricoltori irlandesi. 

 

Trovi interessante questa notizia?
133 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *