Ricercatori israeliani sospettano che le proprietà antinfiammatorie della cannabis possano prevenire le morti causate da COVID-19. Ma la sola cannabis probabilmente non sarà abbastanza: anche i componenti medicinali della pianta avranno bisogno dell’aiuto di altri farmaci.

Due società israeliane hanno avviato studi clinici per vedere se il CBD combinato con altri farmaci potrebbe salvare vite minacciate dal COVID-19 . 

Il Rabin Medical Center di Petah Tikva sta studiando se il CBD con alcuni steroidi può controllare l’infezione causata dal nuovo coronavirus. Lo studio sarà guidato da partnership con Stero Biotech, una società israeliana di CBD, e Clalit, il più grande HMO di Israele. 

“Stimiamo che il nostro trattamento a base di CBD possa migliorare l’attuale trattamento di quei pazienti che sono in condizioni di pericolo di vita”, ha dichiarato David Bass, fondatore e CEO di Stero Biotech, in un comunicato stampa . “I pazienti ospedalizzati con COVID-19 sono per lo più trattati con steroidi e il nostro studio prevede di dimostrare il beneficio di una soluzione combinata con trattamenti steroidi. Speriamo che questo studio porti a benefici più rapidi per il numero crescente di pazienti COVID-19 in Israele e nel mondo. “

Un secondo studio clinico sul CBD è stato condotto attraverso la collaborazione tra l’Università di Tel Aviv e InnoCan Pharma. E questo è un po’ non convenzionale: il trattamento fornirà CBD attraverso gli esosomi. Gli esosomi sono strutture cellulari create dalle cellule staminali quando si moltiplicano. In altre parole, InnoCan e l’università anticipano che gli esosomi agiranno come ” missili di riferimento “, colpendo specifiche cellule danneggiate da COVID-19. Il CBD andrà solo a quelle cellule e quelle cellule.

In che modo il CBD potrebbe potenzialmente trattare COVID-19? La malattia innesca una grave forma di polmonite, che può causare insufficienza respiratoria. Sebbene i pazienti più anziani che hanno anche diabete, ipertensione o obesi siano i gruppi a più alto rischio di morte per COVID-19, anche le persone più giovani e più sane possono morire per questo.

Il coronavirus stesso non è ciò che effettivamente uccide le persone. È la risposta del sistema immunitario alla malattia che è mortale. Quando la polmonite di COVID-19 raggiunge il suo stadio avanzato, il corpo schiera una “tempesta di citochine”, uno sforzo disperato per eliminare il virus. Le citochine sono proteine ​​che segnalano alle cellule immunitarie di “attaccare qui”, ma una tempesta di citochine inonda i polmoni di questo segnale, uccidendo invece il paziente. 

Ecco un altro modo di pensare alla tempesta di citochine. Immagina un Navy SEAL appena fornito le coordinate per i jet per bombardare un aeroporto nemico. Ma invece dei getti che lanciano bombe più piccole per livellare il campo d’aviazione, lanciano invece bombe nucleari, spazzando via metà del paese. Le bombe atomiche sono la tempesta di citochine. 

In questo momento i medici di tutto il mondo possono controllare o addirittura arrestare la tempesta di citochine nei pazienti COVID-19 con un uso intenso di steroidi, che possono abbattere il sistema immunitario. Numerosi studi hanno dimostrato che il CBD può anche ridurre la risposta immunitaria del corpo, ma lo fa con mezzi diversi rispetto agli steroidi. L’idea è che se i medici possono raddoppiare sia il CBD che gli steroidi, colpiranno COVID-19 con un doppio colpo di anti-infiammazione, potenzialmente salvando molte più vite di quanto potrebbero fare con gli steroidi da soli.

“[Sappiamo che la cannabis ha proprietà antinfiammatorie e che se riuscisse a fermare la tempesta di citochine [nei pazienti COVID-19], sarebbe una grande novità”, ha affermato il professor Alon Grosman, capo della medicina interna di Beilinson Ospedale, secondo Cannigma . 

Ricercatori canadesi stanno anche studiando se i cannabinoidi possono aiutare a curare COVID-19. Tuttavia, tieni presente che questi studi sono appena iniziati. I ricercatori non sanno se il CBD con steroidi o cellule staminali farà qualcosa per COVID-19. Quindi,faiattenzione ai furbetti che già ora affermano che il CBD o l’erba cureranno COVID-19. Fumare qualsiasi cosa, persino la cannabis, potrebbe peggiorare l’infezione da coronavirus.

Articolo di Randy Robinson su Twitter , Instagram e Facebook per MERRYJANE.COM

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti piace il nostro lavoro informativo? Aiutaci a diffondere il messaggio!