In Cina, gli scienziati dell’Università ShanghaiTech hanno presentato un’immagine, fino ad oggi la migliore, in cui si vede il recettore CB1 che permette l’interazione tra la cannabis ed il nostro corpo; lo studio è stato pubblicato sulla rivista Cell .

Questo tipo cannabinoidi 1 (recettore CB1 ) è presente sul sistema nervoso ed è attivato, tra gli altri fattori, dai cannabinoidi composti della cannabis , come il principio attivo tetraidrocannabinolo (THC), ed anche per i loro analoghi sintetici.

Il modello tridimensionale insegna come sia vincolante il THC con altre molecole per il recettore CB1 (immagine a spirale), che è integrato nella superficie delle cellule nervose.

Conoscere i diversi meccanismi di legame aiuta a spiegare perché i farmaci che imitano la cannabis, ma senza i suoi effetti psicoattivi, possono causare effetti indesiderati.

Ad esempio, hanno dovuto rimuovere alcuni farmaci dal mercato perché essi hanno causato la depressione, l’ansia, e anche le tendenze suicide proprio per la mancanza del bilanciamento del componente psicoattivo (THC) della cannabis naturale.

 

DOWNLOAD FILE ORIGINALI:

Struttura dei recettori: 10.1016-j.cell.2016.10.004Figure3

PDF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti piace il nostro lavoro informativo? Aiutaci a diffondere il messaggio!