Il Presidente Conte: “Troveremo una soluzione per la Cannabis”

Ecco, di seguito, riportate le dichiarazioni del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte inerenti la domanda di Open sulla Cannabis e la sentenza della Corte di Cassazione.

“Guardi ho letto qualche anticipazione per quanto riguarda la sentenza della corte di cassazione sezioni unite penali; da giurista, fatemela leggere per intero. Credo di aver colto un po’ il senso, il significato: è una sentenza, non è ne una legge nè una proposta di legge quindi la politica ha tutto il diritto e la responsabilità di occuparsi di questo tema.

C’era stato nella manovra un emendamento che è stato un po’ frainteso, perchè è stato letto come liberalizzazione delle droghe leggere, non era questo il tema. Stiamo parlando di qualche migliaio di imprese, di oltre diecimila agricoltori che sono coinvolti da questo settore di attività, stiamo parlando di dosi di thc che sono molto contenute, quindi non stiamo parlando di sostanze stupefacenti.

E’ un tema che possiamo tornare ad affrontare, probabilmente quell’emendamento, al di là del merito, non è stato approfondito a sufficienza per il tempo a disposizione, ha provocato qualche reazione di sorpresa anche all’interno delle forze di maggioranza. Inoltre vi era anche qualche problema di ammissibilità. Torneremo a riflettere e auspico che ci sia un tavolo di riflessione molto sereno dove valuteremo tutti i pro e i contro, gli impatti non solo economici ma anche culturali e tutti insieme troveremo una soluzione.”

Queste le importanti parole del Presidente del Consiglio Conte. Ora serve necessariamente rilanciare la richiesta collettiva contenuta nel Manifesto per la Cannabis Libera, così da arrivare preparati ad una eventuale discussione parlamentare, che ingloberà probabilmente tutte le proposte inerenti la regolamentazione della cannabis, in modo da unificarle in un testo completo ottimale utile per la società, nel quale chiediamo che vengano rispettate le richieste sociali presentate tramite la proposta di legge collettiva.

Sarà importante premere perchè i due rami parlamentari portino in discussione le proposte di legge sulla regolamentazione della cannabis, così da alimentare il dibattito ed arrivare all’approvazione di una legge importante per tutta la società.

Sarà importante smetterla di differenziare la cannabis ed iniziare a ragionare su una legge che garantisca a tutti i legittimi diritti, senza spezzettare la materia e senza discriminare alcun settore, essendo socialmente ed economicamente tutti parimenti importanti.

La proposta del Manifesto Collettivo si propone come soluzione a questo periodo interminabile di proibizione; spetta a tutti noi impegnarci per realizzare i nostri obiettivi e veder certificati i nostri diritti.

Trovi interessante questa notizia?
1K Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *