875 Visualizzazione Totali,  4 Visualizzazioni di Oggi

Il Parlamento europeo ha votato a favore dell’aumento del livello di THC autorizzato per la canapa industriale “sul campo” dallo 0,2% allo 0,3%, un passaggio fondamentale nel processo di ripristino di quel livello di THC per la canapa europea.

Il Provvedimento entrerà in vigore nel 2023, con l’inizio della nuova Politica Agricola Comune Europea (PAC 2023-2027)

La proposta, a lungo sostenuta dalla European Industrial Hemp Association (EIHA), è stata inclusa nella riforma della politica agricola comune (PAC) adottata oggi dal Parlamento.

“Questo è un momento storico per la nostra industria, per i nostri agricoltori, per un futuro verde e per tutti gli europei”, ha affermato il presidente dell’EIHA Daniel Kruse. “Infine, l’UE ha di nuovo condizioni di parità con il settore globale della canapa industriale”.

Una Base per i negoziati

L’adozione finalizza una posizione parlamentare ufficiale che sarà utilizzata nei negoziati con il Consiglio europeo e la Commissione europea in riunioni tripartite che fanno parte del processo per ottenere l’adozione degli atti nell’UE.

Il Parlamento ha anche votato per l’inclusione della canapa nell’elenco dei prodotti che possono essere regolamentati tramite norme di commercializzazione che mirano a migliorare le condizioni economiche per la produzione e la commercializzazione, nonché la qualità dei prodotti agricoli. EIHA aveva anche spinto per quel cambiamento, che Kruse ha detto “ci darà la possibilità di guadagnare slancio e raggiungere il mondo”.

Tali regole includono una vasta gamma di norme riguardanti aspetti quali definizioni tecniche, etichettatura, imballaggio, sostanze e metodi utilizzati nella produzione, tipo e luogo di coltivazione e altri aspetti coinvolti nella catena del valore della canapa.

Ti piace il nostro lavoro informativo? Aiutaci a diffondere il messaggio!