Associazione FreeWeed Board Movimento Sociale e Politico per la Liberalizzazione della Cannabis
Movimento Sociale e Politico per la Liberalizzazione della Cannabis

Il Ministero della Salute ha autorizzato Bio Hemp Farming (Bio Hemp) a produrre CBD di grado farmaceutico con un decreto speciale

Hemp Today riferisce che il Ministero della Salute italiano ha autorizzato Bio Hemp Farming (Bio Hemp), un consorzio, a produrre CBD con un decreto speciale, secondo quanto ha annunciato la società. L’autorizzazione sta a significare che Bio Hemp può estrarre cannabinoidi dalla canapa per l’industria farmaceutica.

Ecco il comunicato stampa

Bio Hemp Farming è un consorzio che comprende Bio Hemp Trade, società attiva nella ricerca e sviluppo agricolo, che ha  avviato  lo scorso ottobre un centro di lavorazione industriale della canapa, e la Cooperativa Palma d’Oro, che gestisce 300 ettari di canapa italiana in buone condizioni protocolli di pratiche agricole e di raccolta (GACP).

Per leggere l’articolo completo, registrati gratuitamente su freeweed.it
Se sei già registrato, fai login e l’articolo comparirà di seguito.

Bio Hemp Farming fa parte del gruppo  Crystal Hemp , un’azienda di scienze della vita che sviluppa prodotti per la prevenzione e il trattamento delle infiammazioni croniche con formulazioni che agiscono sul sistema endocannabinoide.

L’autorizzazione è un passo avanti nella creazione di una filiera certificata per estrarre principi attivi per farmaci a base di cannabidiolo in Italia, ha affermato Bio Hemp.

“Pietra miliare importante”

“Dopo anni di lavoro fatti di discussioni con i ministeri competenti nel tentativo di trovare la strada migliore dal punto di vista normativo e di sicurezza per procedere con la vendita di canapa per la produzione di farmaci, siamo orgogliosi di aver raggiunto questo importante pietra miliare ”, ha detto Pietro Paolo Crocetta, presidente di Bio Hemp Farming. “Ora, anche per l’Italia, si aprono importanti possibilità in un mercato internazionale sempre più strategico”, ha detto Crocetta.

L’azienda può ora produrre CBD di grado farmaceutico, adatto a prodotti come  Epidiolex , un farmaco privo di THC che contiene alti livelli di CBD e che si è dimostrato efficace nel trattamento di rare forme di epilessia. Quel farmaco è approvato dalla Food & Drug Administration degli Stati Uniti e dall’Agenzia europea per i medicinali, per un farmaco basato su questa sostanza.

L’Italia ha avviato un processo di adeguamento delle proprie leggi e regolamenti in base a una recente decisione della Corte di giustizia europea, che ha  stabilito  in un caso francese alla fine dello scorso anno che il CBD derivato dalla canapa non dovrebbe essere considerato un narcotico e che il composto dovrebbe essere liberi per il commercio tra gli stati membri dell’UE. Quella sentenza ha anche portato la Commissione europea a  ribaltare la  sua precedente posizione secondo cui la canapa dovrebbe essere considerata un narcotico negli stati dell’UE.

 893 Visualizzazione Totali,  1 Visualizzazioni di Oggi

likeheartlaughterwowsadangry
0

Lascia un commento

Ti piace il nostro lavoro informativo? Aiutaci a diffondere il messaggio!