Associazione FreeWeed Board

I legislatori della Virginia accettano di legalizzare, ma non prima del 2024

I legislatori della Virginia hanno dato l’approvazione finale sabato a un disegno di legge che legalizzerà la cannabis per uso adulto, ma non fino al 2024, quando inizieranno le vendite al dettaglio.

Con un disegno di legge di compromesso che ha autorizzato la Camera e il Senato dello stato, la Virginia diventa il primo stato del sud a votare per legalizzare la marijuana, unendosi ad altri 15 stati e al Distretto di Columbia. La legislazione ora va al governatore democratico Ralph Northam, che sostiene la legalizzazione.

Il disegno di legge era una priorità assoluta per i Democratici, che consideravano la legalizzazione un passo necessario per porre fine al  trattamento disparato  delle persone di colore secondo le attuali leggi sulla marijuana. 

Ma i colloqui tra i Democratici alla Camera e al Senato sono diventati tesi negli ultimi giorni mentre le due Camere discutevano su differenze significative tra le loro versioni della legislazione. 

I negoziati sono proseguiti fino a sabato quando, nel tardo pomeriggio, sono stati resi pubblicamente disponibili i dettagli di un accordo di compromesso.

In base alla legislazione approvata, il possesso fino a un’oncia (28,3 grammi) di marijuana diventerà legale a partire dal 1 gennaio 2024, allo stesso tempo inizieranno le vendite e entreranno in vigore i regolamenti per controllare il mercato della marijuana in Virginia.

In base a una disposizione su cui i Democratici del Senato hanno insistito, la legislazione includerà una clausola di rievocazione storica che richiederà un secondo voto da parte dell’Assemblea generale, ma solo sul quadro normativo e sulle sanzioni penali per diversi reati, compreso l’uso di minorenni e il consumo pubblico di marijuana. Non sarà richiesta una seconda votazione sulla legalizzazione.

Il Senato aveva cercato di legalizzare quest’anno il semplice possesso per porre fine immediatamente alle punizioni per le persone con piccole quantità di marijuana, ma House Democrats ha sostenuto che la legalizzazione senza un mercato legale per la marijuana potrebbe promuovere la crescita del mercato nero.

L’anno scorso i legislatori hanno depenalizzato la marijuana, rendendo il semplice possesso una sanzione civile che può essere punita con una multa non superiore a $ 25.

Perché il ritardo di tre anni?

Il ritardo di tre anni nella legalizzazione del semplice possesso ha suscitato aspre critiche da parte dell’American Civil Liberties Union of Virginia, Marijuana Justice e altri gruppi di difesa della giustizia razziale.

“Questo disegno di legge non promuove la causa della giustizia uguale o della giustizia razziale in Virginia. È il prodotto di un processo legislativo a porte chiuse che ha dato la priorità agli interessi dei fumatori di marijuana ricreativi rispetto alle persone e alle comunità di colore “, hanno detto i gruppi in una dichiarazione prima del voto.

Gli sponsor hanno preso quello che potevano ottenere

Ma il senatore Adam Ebbin, il principale sponsor del disegno di legge del Senato, ha detto che l’accordo di compromesso è un buon inizio per la legalizzazione.

“È stato molto lavoro per arrivare qui, ma direi che siamo sulla strada per una legge equa che consente agli adulti responsabili di usare la cannabis”, ha detto durante il dibattito.

I gruppi che si sono opposti completamente alla legalizzazione hanno affermato di essere preoccupati che potrebbe comportare un aumento degli incidenti di guida per persone con problemi di droga e dell’uso di marijuana tra i giovani.

 308 Visualizzazione Totali,  1 Visualizzazioni di Oggi

likeheartlaughterwowsadangry
0
Vai alla barra degli strumenti