Associazione FreeWeed Board Movimento Sociale e Politico per la Liberalizzazione della Cannabis
Movimento Sociale e Politico per la Liberalizzazione della Cannabis

Gli Stati Uniti vanno su Marte, ma non c’è ancora un efficace etilometro per la cannabis

Marte, siamo atterrati. Gli Stati Uniti sono ora in preda all’eccitazione da quando la NASA ha fatto atterrare il suo rover Perseverance sul pianeta rosso. La ricerca da 3 miliardi di dollari è stata progettata per cercare segni di vita e qualsiasi risorsa disponibile.

Anche se alcune persone potrebbero pensare che la missione fosse solo un altro giorno medio di esplorazione spaziale, ottenere un robot per irrompere effettivamente nell’atmosfera marziana non è stato un compito facile. Il rover ha dovuto viaggiare per sette mesi per compiere il viaggio di 2,4 milioni di miglia attraverso la vastità dell’universo. Anche la tecnologia doveva essere perfetta perché la missione avesse successo. I rappresentanti della NASA hanno definito Perseverance, la loro “missione rover su Marte più ambiziosa”. Hanno ammesso che la squadra aveva una possibilità di circa 50/50 per arrivare alla fine.

Ma l’hanno.

Il 18 febbraio Perseverance è atterrata coraggiosamente all’interno del cratere Jezero di Marte. Il video della discesa può essere trovato su Internet, così come la “prima registrazione audio del Pianeta Rosso”. È roba impressionante, e non c’è dubbio che la scienza abbia fatto molta strada negli Stati Uniti. Che è precisamente ciò che fa sorgere la domanda: se riusciamo a far atterrare un mucchio di magia elettrica sulla superficie di Marte, allora perché non c’è ancora un etilometro per la cannabis efficace in un periodo di erba legale?

Potrebbe sembrare una lamentela banale, soprattutto se paragonata ai viaggi nello spazio, ma è proprio questo il punto. C’è una legione di menti brillanti in tutta la nazione, capaci di incredibili imprese di eccellenza. Tuttavia, l’unico dispositivo di cui il paese ha bisogno in questo momento per consolidare un nuovo livello di accettazione della cannabis rimane fuori portata. Molte aziende hanno affermato di essere sul punto di creare un efficace etilometro per la cannabis, ma nessuna ha colto nel segno. Nel frattempo le forze dell’ordine continuano a fare affidamento sulla scienza spazzatura per la guida, portando ogni anno migliaia di cittadini rispettosi della legge a rimanere bloccati nel sistema giudiziario.

La polizia non può testare la compromissione della cannabis come fa con l’alcol. La cannabis metabolizza nel corpo in modo diverso da qualsiasi altra sostanza inebriante nota all’uomo. È liposolubile, quindi può persistere nel corpo più a lungo a seconda delle dimensioni di una persona. Finora i dispositivi di rilevamento del respiro realizzati esclusivamente per testare il THC possono solo determinare se un automobilista ha la sostanza nel proprio sistema. Non determinano efficacemente l’azione, nemmeno vicino. E sì, questo è un problema.

Foto di piotrpiotrwojcicki via Pixabay

Immagina di bere qualche birra sabato solo per farti arrestare da un agente di polizia il lunedì successivo per guida sotto l’influenza. Non eri ubriaco al momento della fermata del traffico, nemmeno ronzato, eppure un test dice che hai alcol nel tuo sistema, quindi devi essere un guidatore ubriaco. Questo è ciò che i consumatori di cannabis devono sopportare.

Ciò che rende la situazione ancora più problematica è che la cannabis è legale in molti posti. Più della metà degli Stati Uniti consente alle persone di usare la cannabis per scopi ricreativi e medicinali. Tuttavia chiunque sia sospettato di guidare sotto l’influenza può essere accusato di guida sotto effetto, perdere la patente, incorrere in multe e in alcuni casi persino essere costretto a frequentare lezioni di riabilitazione. 

È una follia assoluta, ma la scienza, lo stesso campo che invia rover su Marte, non riesce a capirlo.

Il nuovo strumento di test antidroga su strada dell'Indiana creerà un afflusso di arresti di marijuana
Foto di
Jorge Villalba / Getty Images

Il Congresso controllato dai democratici quest’anno dovrebbe risolvere i problemi della politica nazionale sulla cannabis, anche la legalizzazione in piena regola. Il leader della maggioranza al Senato Chuck Schumer ha dichiarato all’inizio di quest’anno in un’intervista con l’ex giocatore della NBA Al Harrington che vuole l’appropriazione di fondi per sviluppare un etilometro per cannabis. “Proprio come non dovresti guidare sotto l’influenza dell’alcol, probabilmente non dovresti guidare sotto l’influenza di troppa cannabis”, ha detto Schumer.

Stabilire un etilometro efficace per la cannabis è fondamentale poiché la maggior parte degli Stati Uniti si muove per legalizzare. In caso contrario, le forze di polizia saranno più frustrate e più cittadini saranno perseguiti per illeciti. È un pezzo essenziale del puzzle del vaso che potrebbe davvero aiutare a dare forma all’intero quadro mentre il dibattito sulla cannabis si fa strada a Capitol Hill. 

Per amore della verità, è un semplice test del respiro per il THC. 

Non è scienza missilistica. O forse lo è. 

Se è così, forse il governo federale statunitense dovrebbe affidarne la realizzazione alla NASA.

 265 Visualizzazione Totali,  1 Visualizzazioni di Oggi

likeheartlaughterwowsadangry
0
0

Lascia un commento

Ti piace il nostro lavoro informativo? Aiutaci a diffondere il messaggio!