Francia: cannabis ad uso medico nella sicurezza sociale del 2020?

In Francia il deputato Olivier Verán proporrà di sperimentare l’ingresso della cannabis ad uso medico nella sicurezza sociale nel 2020

Secondo i media specializzati di Newsweed, il deputato francese Olivier Véran, che si è dichiarato a favore della cannabis ad uso medico, avrebbe proposto di includere l’esperimento della cannabis medica nel bilancio della previdenza sociale francese (PLFSS) dal 2020.

È un prerequisito per proporre l’esperimento convalidato a luglio dall’ANSM e pianificato per il 2020. Sebbene attualmente non sia né finanziato né organizzato, come riportato da Newsweed .

La registrazione al PLFSS è una garanzia per i candidati a ricevere pieno supporto.

“Perché ci sono pazienti che ne hanno bisogno e perché la Francia è uno degli ultimi paesi dell’Unione Europea che non lo ha autorizzato  “ , ha detto mercoledì RTL Olivier Véran riferendosi a migliaia di pazienti “affetti da” malattie gravi “, per i quali” i derivati ​​della cannabis possono costituire un ulteriore contributo terapeutico. “

Tuttavia l’esperimento coinvolgerà solo 3000 di loro e in patologie molto specifiche. Mentre le stime dei pazienti che potrebbero essere trattati con cannabis terapeutica dovrebbero variare tra 300.000 e 1 milione, parlando sempre di minimi.

I prodotti verranno inizialmente consegnati alla farmacia dell’ospedale, sotto forma di oli, capsule o fiori secchi da spruzzare. La catena di approvvigionamento non è ancora definita, ma dovrebbe basarsi sulle importazioni, diventando infine una catena di produzione nazionale. 

La missione di ricerca sul consumo di cannabis lanciata dall’iniziativa del deputato Jean-Baptiste Moreau studierà questa possibilità in dettaglio.

Trovi interessante questa notizia?
111 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *