Mancano 2 mesi alle Elezioni Politiche in Italia:

– Nessun Partito “favorito” si espone sulla Regolamentazione della Cannabis

– Oltre 6 milioni di cittadini italiani consumatori di cannabis vengono lasciati in un limbo legislativo

– Oltre 10.000 italiani subiranno nel 2018 un sequestro e segnalazione per uso personale di cannabis

– Oltre 500 persone verranno arrestate per coltivazione destinata ad uso personale

– Oltre 2 miliardi di euro verranno lasciati circolare in mano alla criminalità organizzata

– Oltre 100 patenti saranno sospese e/o ritirate per “guida sotto effetto” di cannabis senza alcun test specifico attendibile

– Almeno 100.000 euro saranno spesi da parte dei cittadini per difendersi in tribunale da una accusa ingiustificata relativa alla cannabis (media di 3.000 euro per processo)

– Oltre 200 ore di “tribunali” occupati da processi ingiusti ed insensati (di cui la metà terminerà con un “nulla di fatto” o una pena minima evitabile o con una condanna basata sul pregiudizio, senza una linea di interpretazione comune chiara)

– Oltre 2.000 pazienti si dovranno rivolgere al mercato nero per reperire la cannabis utile alla loro terapia

– Oltre 10.000 agenti svolgeranno azioni repressive sui consumatori occasionali invece di concentrare sforzi e risorse su reati reali

– Oltre 500.000 euro saranno dedicati dal governo per le Forze dell’Ordine per la repressione di condotte personali ed innocue

– Nessun cittadino italiano potrà coltivare liberamente lo stesso fiore che governo e farmacie liberamente rispettivamente coltivano, importano e commerciano spendendo fondi pubblici ed arricchendo multinazionali ed aziende private (la farmacia è una azienda)

Crediamo ancora che non sia prioritaria una regolamentazione totale?
Come può un Partito Politico che pretenda di governare un Paese non tenere conto minimamente di questi dati e delle situazioni che essi sviluppano?

#FreeWeed
#AutoproduzioneLibera
#PerTutti

Un pensiero su “I Dati dietro la nostra richiesta di Regolamentazione Totale della Cannabis”
  1. solidarieta’ a te fratello!ma quando…..,e’ una vita che ci si va vicini,,,a me pare un’altra presa x il c,;,,,io ho perso le speranze…nell’italia..ma se tutti disubbidissero.. il che e’ alquanto impro…. .abbracci tutto il mio appoggio!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti piace il nostro lavoro informativo? Aiutaci a diffondere il messaggio!