La Camera dei Rappresentanti ed il Senato degli Stati Uniti hanno entrambi approvato una legge che estenderà le protezioni per le leggi sulla cannabis ad uso medico a livello statale.

La legislazione, che impedisce l’arresto da parte del governo, ora passa al presidente Trump, che dovrebbe firmarlo rapidamente in legge. La misura estende solo le protezioni e impedisce l’arresto per due settimane, fino al 22 dicembre.

Il Congresso dovrà approvare un’altra proroga entro tale data o la maggior parte delle spese del governo sarà interrotta e la legge federale che impedisce al governo di attaccare le leggi sulla marijuana medica a livello statale diventerà invalida.

Le protezioni attualmente in vigore e ampliate dal Congresso derivano da un emendamento presentato dal rappresentante Dana Rohrabacher (R-CA) e dall’ex rappresentante Sam Farr (D-CA).

La disposizione proibisce al Dipartimento di Giustizia (che include la Drug Enforcement Administration ) di usare fondi per far rispettare le leggi federali sulla cannabis in Stati che hanno legalizzato la pianta per scopi medici. L’emendamento è stato approvato per la prima volta a maggio 2014.

Il voto del Congresso estende anche le protezioni ai programmi di ricerca sulla canapa a livello statale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti piace il nostro lavoro informativo? Aiutaci a diffondere il messaggio!