Un comitato del consiglio comunale di Atlanta ha approvato una misura che  decriminalizzerebbe il possesso di piccole quantità di cannabis.

L’ordinanza, che decriminalizzerebbe il possesso di meno di un’oncia di cannabis, è stata approvata oggi dal Comitato di sicurezza pubblica del Comune. Secondo la nuova proposta chi possiede meno di un oncia di marijuana sarebbe passibile di una multa massima di $ 75.

Secondo la legge attuale invece chi possiede anche un grammo è punibile fino a sei mesi in carcere e / o una multa di $ 1.000.

“I costi della Corte, il tempo della prigione, rovinano le vite dei giovani, perdono le loro borse di studio, rompono famiglie e sprecano le entrate fiscali. Questo è il motivo per farlo “, dice il consigliere comunale Kwanza Hall, che è anche uno dei candidati a sindaco della Città.

L’ex senatore Vincent Fort, un altro candidato sindaco, ha anche recentemente annunciato il suo sostegno alla decriminalizzazione della cannabis.

“In Atlanta e nella contea di Fulton, il 93 per cento degli arresti per piccole quantità di marijuana sono arresti di afro-americani”, ha detto Councilmember Hall a WGCL-TV all’inizio di questo mese.

La misura sarà ora inviata al voto da parte del consiglio comunale completo; se approvata, il sindaco Kasim Reed avrà otto giorni per firmarla in legge, vietarla o consentirgli di diventare legge senza la sua firma. Non è chiaro a questo punto che cosa farà Reed; in passato si oppose alla legalizzazione della marijuana, chiamandola “droga di passaggio”, ma ha anche affermato di ritenere che il divieto sia uno strumento usato per discriminare le minoranze e i poveri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti piace il nostro lavoro informativo? Aiutaci a diffondere il messaggio!