Progetto FreeWeed - Legalizzazione Cannabis

Cannabis ad Uso medico: l’aumento delle forniture non risolve il problema dei pazienti

Come avevamo pronosticato ecco che il Governo prende posizione sulla cannabis semplicemente aumentando il regime di importazione del suo bellissimo Farmacoligopolio, senza minimamente considerare passi avanti nella legge o verso l’autoproduzione per i pazienti o anche solo prendendo atto delle VERE problematiche dietro la dispensazione ed il successivo uso della cannabis.

Purtroppo il Governo, che ormai vive di proclami su leggi già fatte RACCONTATE come credono alle persone, non fa null’altro che continuare sulla strada tracciata DAI PRECEDENTI GOVERNI, NON DISCOSTANDOSI DI UN CENTIMETRO.

Ecco la dichiarazione del Ministro della Salute Giulia Grillo sulla questione:

“Cannabis a uso medico, in arrivo maggiori scorte per i pazienti in cura. Si passa dai 350 kg del 2017 a oltre 1000 kg nel 2019.

Sono orgogliosa di poter dare una prima risposta ai pazienti. Mi sono impegnata fin dalle prime settimane del mio insediamento a trovare il modo per venire incontro alle esigenze delle persone sofferenti, che dall’uso della cannabis terapeutica traggono sollievo al dolore cronico.

Chi guarda con sufficienza a queste problematiche facendo facile ironia, rispondo da medico, prima che da ministro: ricordo a tutti che le preparazioni a base di cannabis possono essere prescritte solo dal medico e sono utilizzate principalmente nella terapia del dolore, in caso di gravi patologie come la sclerosi multipla e le lesioni midollari, ma anche nella cura dei tumori per alleviare i sintomi causati dalla chemio e radioterapia. Restano ancora alcune difficoltà nella distribuzione su cui vanno fatti ulteriori passi avanti.

Un’altra promessa mantenuta. Fate sapere a tutti questa buona notizia ✌🏻”

 

Si fanno le promesse LORO e LORO se le mantengono. Ma a noi non basta.

Grazie a tutti gli attivisti per la cannabis libera che hanno espresso la loro opinione sotto la comunicazione del Ministro.

 

Trovi interessante questa notizia?
96 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *