Pubblicità
Diffondi Informazione!

Intervenuto a margine del Gran Galà del Calcio andato in scena ieri sera, il direttore sportivo Piero Ausilio ha fatto il punto dell’ultimo mercato dell’Inter. Una sessione più difficile di altre, nella quale il club era chiamato a sostituire quasi metà organico rispetto alla passata stagione.

Pubblicità
Pubblicità

Queste le sue parole: “La scorsa estate non era facile sostituire 12 giocatori che hanno fatto la storia del nostro club, ma siamo un bel gruppo. C’è armonia tra proprietà e dirigenza, prendiamo le decisioni tutti insieme. Abbiamo fatto un bel lavoro, ma conterà soltanto il traguardo finale”. 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

PORTIERE – “Onana all’Inter ha fatto molto bene, ora non conosco la situazione al Manchester United. Sommer non arriva per caso, lo seguivano già da tempo e in passato eravamo stati vicini. E’ stata determinante la sua volontà”. 

Pubblicità

ADDIO BROZO – “Abbiamo dovuto sacrificare un regista fondamentale come Brozovic, ma eravamo certi di chi avevamo in casa. Calhanoglu e Asllani ci fanno stare tranquilli”. 

THU-LA – “Thuram forma una gran bella coppia d’attacco con Lautaro, lo seguivamo da anni. Quando Lukaku andò al Chelsea, Marcus era la nostra prima scelta insieme a Dzeko, poi si infortunò”. 

GENNAIO – “Il mercato di gennaio non ci piace, pensiamo di essere a posto in tutti i reparti. Inzaghi coinvolge tutti i giocatori e i risultati ci stanno dando ragione, poi ci sono le opportunità”. 

MKHITARIAN – “I rinnovi contrattuali? Ci stiamo lavorando con calma e serenità, c’è la volontà di tutti per andare avanti insieme. La scadenza più vicina nel tempo è quella di Mkhitaryan, quindi stiamo cercando di accelerare un po’ di più con lui”. 

👉🏻 CONTINUA A LEGGERE

09:16
5 Dic 2023

Loading

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Verified by MonsterInsights