28 Visualizzazione Totali,  1 Visualizzazioni di Oggi

Giovedì scorso un membro del team del governo è uscito per chiarire i dubbi ed ha confermato che il governo lavora su un disegno di legge per legalizzare la cannabis. Il testo sarà inviato e al Congresso Nazionale quest’anno.

Il governo argentino cerca di sviluppare una legge che consenta di depenalizzare l’uso della cannabis e la sua coltivazione personale. Già da tempo all’interno del Ministero della Sicurezza argentino, le normative di altri paesi vengono studiate su questo tema per sviluppare il proprio progetto. Al termine del progetto, alle altre istituzioni e ai ministeri verrà chiesto di discutere la tematica.

La notizia è stata confermata dalla proprietaria della Sedronar, Gabriela Torres, che in un’intervista radiofonica nell’AM 750, ha ammesso che il governo sta lavorando per inviare un progetto al Congresso Nazionale chiedendo la depenalizzazione della cannabis.

“C’è un’iniziativa del Ministero della Sicurezza per depenalizzare l’uso della marijuana”. Ha detto e aggiunto “una cosa è il traffico di droga e un’altra è il consumo”.

Gabriela Torres ha chiarito che il governo vuole che il disegno di legge venga discusso nel 2020 in seno al parlamento argentino. “Il processo di armamento della legge non è ancora iniziato, c’è l’iniziativa”, ha detto .

Per l’esecutivo argentino, “la soluzione per combattere le dipendenze non è quella di perseguitare i consumatori di cannabis, la soluzione è agire con un’altra sensibilità. Abbiamo confermato qui che l’inseguimento, come facciamo, genera solo un mercato nero. Questo è perfetto per i trafficanti di droga e rovina la vita del piccolo consumatore, che ha deciso di ubriacarsi, come il fumatore di tabacco, che lo fa ogni giorno “, ha dichiarato Alberto Fernández in una campagna elettorale.

“Se in questo momento non abbiamo alcuna regolamentazione, tutto sarà più confuso. Penso che devi lavorare duro in relazione a ciò che il corpo può tollerare. Un minore non può consumare alcuna sostanza, perché chiunque sarebbe problematico. Il tuo fegato e il tuo cervello non hanno finito di formarsi. Se non accompagniamo i giovani in relazione alla cura del proprio corpo, si stanno davvero facendo molto male ”, ha affermato il capo di Sedronar.

Guarda i paesi vicini

I paesi vicini possono essere uno specchio per guardare l’Argentina. L’Uruguay ha legalizzato la cannabis nel 2013 e ha reso lo Stato il più grande produttore e distributore di cannabis nelle farmacie autorizzate.

D’altra parte, il Cile ha depenalizzato il consumo di cannabis e cerca di legalizzare l’autocoltura come un modo per combattere gli alti prezzi della cannabis medica nel paese, legalizzata nel 2015.

Nel 2017, il governo di Macri ha approvato una legge che consentiva l’uso medicinale della pianta per alcune malattie croniche ed anche la produzione per istituzioni scientifiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti piace il nostro lavoro informativo? Aiutaci a diffondere il messaggio!