Argentina: si lavora per la Legalizzazione Totale

In Argentina, la cannabis è la sostanza illegale più utilizzata dai suoi cittadini. Il governo di Alberto Fernández sta studiando la regolamentazione della cannabis.

È già stato lanciato in Argentina e dal suo esecutivo, un disegno di legge che cerca di regolare il consumo ricreativo. Secondo il segretariato della programmazione per la prevenzione della tossicodipendenza, la cannabis sarebbe la sostanza più utilizzata dagli argentini .
L’Argentina si trova in paesi come l’Uruguay e il Canada, oltre agli Stati del Nord America, nel modo in cui hanno già regolato questa sostanza.

Diversi incontri

Il ministro della sicurezza nazionale, Sabina Frederic, ha incontrato i referenti dell’uso medicinale della cannabis per modificare il regolamento della legge 27.350. In questo modo, cerca di promuovere l’accesso regolamentato alla sostanza e di creare un registro dei coltivatori oltre a includere la vendita nelle farmacie.

In questo gruppo è rappresentata l’organizzazione Mama Cultiva e una rete di scienziati di Conicet che lavora con la cannabis. È stato creato un tavolo di lavoro che cerca di migliorare o creare, i regolamenti applicati a settembre 2017. La proposta è pervenuta al Ministro e questo ha l’approvazione del presidente Alberto Fernández per promuovere la regolamentazione della marijuana.

La proposta al ministro Frederic è un precedente passo verso la regolamentazione totale della cannabis. Cerca di regolamentare nuovamente 27.350, compresa l’auto-coltivazione per la salute. “Sappiamo che questo è il modo di garantire la sostenibilità e la qualità dei trattamenti durante l’addestramento e la formazione di coloro che dallo Stato avranno la funzione di rispettare e far rispettare la legge”, ha detto a Infobae , riferendosi a squadre sanitarie, forze sicurezza, membri della magistratura, tra gli altri.

La proposta mirerebbe inoltre alla creazione di laboratori pubblici e al pieno accesso al trattamento della cannabis. Un altro problema sul tavolo è l’acquisizione di petrolio nelle farmacie, lo sviluppo della ricerca e la possibilità di utilizzare semi nazionali.

Trovi interessante questa notizia?
466 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *