7.000 Coltivatori e quasi 3.000 Cannabis Club: questa la Realtà dell’Uruguay

Secondo l’ultimo rapporto dell’Osservatorio uruguaiano, realizzato con la collaborazione del Dipartimento dei sistemi informativi e dei registri dell’Istituto per la regolamentazione e il controllo della cannabis (IRCCA), si rende conto che negli ultimi cinque anni, da quando è nato il rivoluzionario sistema a norma di legge, sono stati registrati circa 6.980 coltivatori e 2.831 club di cannabis. Lo studio si riferisce anche al mercato (sinistro ma non stupido) e stima che il mercato regolamentato raggiunga i 22 milioni di dollari all’anno.

Dati fino al 30 novembre

Il rapporto, che ha dati al 30 novembre, afferma anche che ci sono 31.565 compratori di cannabis registrati per andare alle 17 farmacie in tutto il paese, anche se con predominanza a Montevideo, la capitale del piccolo paese che a malapena ha circa 3 milioni di abitanti.

Tuttavia il dipartimento di Maldonado (dove Punta del Este è l’esclusiva spa) è quello che ha, in termini relativi, il maggior numero di persone registrate nel mercato regolamentato; ci sono 4.509 persone. Ciò significa che ogni 1.000 abitanti di età superiore ai 18 anni ci sono 38 che si trovano nel mercato regolamentato.

Al secondo posto si trova il dipartimento di Flores (centro del paese, a due ore da Montevideo), che senza club registrati mantiene all’interno del mercato regolamentato quasi 22 persone ogni 1.000 abitanti su 18 anni. 

I dipartimenti con il minor peso in termini relativi sono Rivera e Cerro Largo (entrambi confinanti con il Brasile) dove solo 4 e 5 su 1.000 abitanti su 18 sono registrati per accedere alla marijuana da una delle tre rotte pianificate.

Lo studio racconta che durante il periodo dal 19 luglio 2017 al 30 novembre 2018, sono state fatte 383.280 confezioni di pacchetti di cannabis di cinque grammi nelle farmacie, per un totale di 1.916 chili. Di questi, il 61,5% è stato venduto nelle farmacie di Montevideo e il restante 38,5% in quelle distribuite nei dipartimenti dell’interno del paese.

Grande aumento attraverso le farmacie

Il più grande aumento del registro è osservato nel meccanismo di accesso attraverso le farmacie , attraverso il quale la crescita negli ultimi due mesi è di 12 punti percentuali (che si traduce in 3.384 nuovi acquirenti). “Questo nuovo rapporto evidenzia il consolidamento della tendenza verso una maggiore stabilità nella distribuzione delle vendite nelle farmacie, anche se non riesce ancora a coprire la domanda esistente”, aggiunge l’analisi.

“L’offerta di cannabis nelle farmacie non soddisfa ancora la domanda. Ciò è particolarmente vero in alcune aree del paese con la più alta concentrazione di popolazione registrata come acquirente in cui viene venduto tutto il prodotto distribuito “, indica la valutazione ufficiale

Di Rama FONTE: LaMarihuana

 

SOTTOSCRIVI IL MANIFESTO PER LA CANNABIS LIBERA

Trovi interessante questa notizia?
462 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *